Il Blog de I Gigli

Ai Banchi del Mercato Centrale, 17 botteghe per un viaggio nel gusto italiano

Che si passi per assaggiare un dolce o si cerchi qualcosa di speciale per il pranzo e la cena, in Corte dell'Oste a I GIGLI si può fare un vero e proprio viaggio nel gusto italiano. Hanno aperto i battenti 17 botteghe artigiane, ai Banchi del Mercato Centrale, dove è possibile mangiare e acquistare prodotti tipici e artigianali toscani e italiani. Dalla carne e i salumi della famiglia Savigni, passando per il lampredotto di Lorenzo Nigro, per i tartufi di Savini, per la pasta fatta a mano di Raimondo Mendolia, c’è l’imbarazzo della scelta.

Quello a I GIGLI è un format creato appositamente da Mercato Centrale, dopo le aperture a San Lorenzo a Firenze e a Roma. È nato così Ai Banchi del Mercato centrale: 2mila metri quadri di superficie, 400 posti a sedere, 17 banchi aperti dalle 9 alle 23 tutti i giorni.

Questi i banchi degli artigiani: il gelato di Camilla Cremilla, le specialità siciliane di Carmelo Pannocchietti, il tartufo di Luciano Savini, la pasta fresca di Raimondo Mendolia, la pizza di Pier Daniele Seu, il pesce di Amerigo Marini, l’hamburger di chianina di Enrico Lagorio, la birreria della ditta Luigi Moretti, il vegetariano e vegano di Marcella Bianchi (dove è possibile trovare hamburger e pane gluten free), i carciofi e funghi di Alessandro Conti e Gabriele La Rocca, il lampredotto di Lorenzo Nigro, i ravioli cinesi di Agie Zhou, il trapizzino di Stefano Callegari, la carne e i salumi di Fausto Savigni, il pane di David Bedu, la caffetteria di Mondicaffè e l’enoteca del Chianti Classico.

Il progetto architettonico è stato pensato dallo studio fiorentino Q-bic dei fratelli Luca Baldini e Marco Baldini, che hanno creato un luogo luminoso, con un materiale predominante, la piastrella di ceramica bianca, che richiama alla mente le botteghe e i laboratori artigiani.

Voglia di estate: da Primark la collezione donna si tinge di colori brillanti

Quest’estate, la collezione donna di Primark si tinge di una brillante carica di entusiasmo. Grazie all’utilizzo di colori primari intensi, “Old Havana” torna alla ribalta portando il brio e l’energia della fiesta Cubana direttamente nel guardaroba estivo. I disegni sensuali, caldi e vivaci di questa collezione richiamano l’atmosfera caraibica, esplorata anche nelle precedenti stagioni.

All’interno di questa solare collezione dai toni esotici, gli abiti sono senza dubbio i protagonisti: mini, midi o maxi, le nuove proposte soddisfano tutti i gusti, dai look più audaci a quelli più discreti. Stampe floreali vintage e tessuti lavorati all’uncinetto conferiscono ai capi un sapore retrò, mentre i copricostume senza spalline e i coordinati sono un vero must have per rimanere sempre al passo con le ultime tendenze.

Grandi ruches e maniche oversize, espressione di uno stile di vita libero e spensierato, trionfano su tutti i capi, dagli abiti alle camicette, riflettendo il mood di un’estate all’insegna dell’esagerazione. Il maxi abito giallo, realizzato in un tessuto delicato, leggero e fluttuante, completa l’atmosfera cubana della collezione, mentre il rosso pompeiano è il colore su cui puntare per vivacizzare lo stile di tutti i giorni.

Ispirandosi allo stile anni ’90 della collezione primaverile, “Lost in Vegas” incarna lo spirito della ragazza mondana e Nu-rave, combinando sapientemente elementi brillanti e metallici con lo stile “desert girl” di Las Vegas. Tra le innumerevoli proposte spiccano le gonne in pelle sintetica, nelle due varianti viola e argento, ideali per brillare nelle serate estive. Non mancano però anche capi versatili e senza tempo, come le giacche in denim, gli abiti a pois e le immancabili T-shirt delle band più in voga degli anni ’80.

Le stampe tie-dye nei toni del blu e del viola, abbinate a dettagli in metallo, donano una nota caleidoscopica al tipico stile surfer anni ’90. Focus anche sugli accessori: occhiali da sole a specchio, marsupi iridescenti, chokers con nastrini e bandane da annodare al collo, ma anche stivaletti stile cowboy e cinture con fibbie argentate, per uno stile street perfetto per i festival estivi di tendenza.

Uccellini fiori e colori - I consigli di Coin per la tavola pasquale

Uccellini, fiori e voglia di giocare con le geometrie che si colorano di azzurro, come il cielo della bella stagione. La nuova collezione per la casa proposta da COIN a I Gigli mette voglia di aprire le finestre e far entrare aria fresca. Che sia per una colazione, il pranzo di Pasqua o un tè con gli amici, piattini, coppette e perfino biscottiere a forma di uccellini ci ricordano sia l'arrivo della primavera sia il nostro bisogno di riscoprire la meraviglia e rimanere un po' bambini. Per la Pasqua non possono mancare le uova: in questo caso non solo come alimento, ma anche decorate sui piatti bianchi con disegni minimalisti e allegri.

Se siete alla ricerca di qualcosa di essenziale ed elegante, provate con i piatti a motivi geometrici bianchi e neri che si possono alternare a quelli monotono azzurri. Perché quando la primavera arriva, lascia le sue tracce allegre dappertutto.

Infine la tovaglia, bianca, per ricordarci i corredi delle nonne, da tirare dopo il lungo inverno fuori dai cassettoni profumati, ma impreziosita da fiori di campo. Così, se il tempo capriccioso non permette di pranzare fuori, possiamo portare un po' di prato nelle nostre case.