C'è sempre qualcosa di nuovo a I Gigli

Chiara |

L'esercitazione per l'evacuazione, per esempio, come è avvenuta stamani: addetti alla sicurezza che correvano e allontanavano le persone e tiravano attorno al punto dell'incendio (finto) il nastro bianco e rosso. Emozionante. Sembrava di essere in un film. Proprio come mercoledì 2 luglio quando ai Gigli hanno girato alcune scene di un film prodotto da RaiCinema con, udite udite, Valerio Mastandrea e Giuseppe Battiston. Battiston non era a I Gigli, c'era invece Mastandrea. Come l'ho saputo? Mi ha telefonato Valentina, la mia amica Valentina che non perde un'occasione al mondo per essere al momento giusto nel posto giusto.

E i Gigli sono il posto giusto. Quando mi ha chiamato Valentina ero tornata da poco da accompagnare le figlie dalla nonna e da aver portato fuori il mio bellissimo Biagio, il meticcio taglia media curioso e dispettoso. Stanco, ma felice era a riposare sul “suo” divano. Il telefonino squilla e dopo i soliti 30 secondi per cercarlo nella borsa, ho risposto.

“Vieni ai Gigli, subito, c'è Mastandrea!” Perentoria come al solito Valentina non si era persa in giri di parole. E detto così: c'è Mastandrea era come dire vieni c'è il nostro amico Paolo. Ma lei lo sa che Valerio Mastandrea è uno degli attori che ammiro di più e allora mi sono precipitata a I Gigli.

Poi vi aggiorno

Chiara