Navigare su Internet a I Gigli

Chiara |

Sole, pioggia, sole, pioggia. Sembra quasi di sfogliare una margherita e anziché “m'ama non m'ama” (anche se mia figlia Lilla dice “mamma non mamma”) e invece guardo il meteo. E nell'indecisione di come potrà essere questa giornata se troppo calda o settembrina, decido di andare ai Gigli. Lavorerò dal centro commerciale. Quando arrivo mi accorgo di non avere nella borsa il mio nuovo tablet. Succede soprattutto quando si cambia borsa. Non importa scriverò il mio blog proprio da I Gigli al primo piano, di fronte al mercatino, ci sono le postazioni internet e accedere è semplice. Mi registro e via, al lavoro. Ci sono i saldi e credo che darò un'occhiata in giro: ho già visto qualcosa all'OVS (un cardigan che fa proprio al mio caso e costa 12 euro, azzurro o rosa? Dovrò decidere). Alle 13 ho appuntamento con Valentina, mangiamo qualcosa su alla Food Court forse andremo da Dispensa Emilia per un tigella oppure da Vulkania per un menù self service a 8 euro. Vedremo. Ma prima devo assolutamente fare un salto in Libreria Mondadori. Ci sono gli sconti anche sui libri e non solo anche su prodotti da cancelleria e oggettini sfiziosi da mettere in borsa o sulla scrivania o per fare qualche regalino. Ma devo acquistare tre libri, uno per me: l'ultimo di Colin Dexter e due per Valentina Borgo Propizio e E le stelle non stanno a guardare di Loredana Limone. Le voglio regalare questi libri che adoro perché so che la Vale adora scrivere e legato a questi due romanzi c'è un concorso letterario. E poi visto che ci sono posso fare anche un salto all'Isola del Tesoro, la tabaccheria di fronte alla Libreria, per tentare la fortuna: 1 euro per un Gratta e vinci, non si sa mai

Chiara